Warning: file_exists(): open_basedir restriction in effect. File(/var/www/clients/client22/web53/web/wp-content/themes/uncode/dynamic.css) is not within the allowed path(s): (/var/www/vhosts/palapartenope.it/:/tmp/) in /var/www/vhosts/palapartenope.it/httpdocs/wp-content/themes/uncode/core/theme-options/includes/ot-functions.php on line 238

30-07-2019

L’ANGELO DELL’INFORMAZIONE

di:

Data/Orario
Data - 30/07/2019 - 31/07/2019
21:00 - 23:00

Location
CASA DELLA MUSICA

Categorie


L’ANGELO DELL’INFORMAZIONE di Alberto Moravia
regia Ettore Oldi
con Matteo Bertuetti, Chiara Cervati, Antonio Panice

“L’Angelo dell’Informazione”, pubblicato nel 1987, giunge al culmine di un intenso approfondimento da parte di Moravia sul tema della bomba atomica, ivi compreso un viaggio in Giappone del 1982, con tanto di sosta a Hiroshima. L’impegno dello scrittore giungerà, più avanti, addirittura ad una candidatura al parlamento europeo, con lo scopo di combattere l’uso dell’energia nucleare per scopi civili. È d’altronde del tutto comprensibile che, dopo più di quarant’anni di guerra fredda, la paura dell’esplosione atomica fosse diventata quasi insopportabile. Per un intellettuale che prenda sul serio il proprio ruolo nella società è inevitabile che l’incombenza di un tale genere di pericolo, così totale ed assoluto, risulti un tema assolutamente centrale. E questo testo è precisamente il modo che Moravia ha trovato per esprimere questa urgenza. Due crisi gravissime si sovrappongono e si specchiano l’una nell’altra. Un Jumbo americano è stato abbattuto nel mare del Giappone, e ci troviamo improvvisamente sull’orlo della guerra nucleare. Allo stesso tempo Dirce, una donna romana, scopre di
essere incinta. Questo la porterà a voler essere interamente sincera, sia con suo marito che con il suo amante, sconvolgendo la vita a tutti e tre. Questa doppia direzione, questo conflitto emotivo tra una vita che nasce e la morte che incombe, portano a selezionare ciò che davvero conta di più, nella vita. A scartare ciò che non è essenziale. A desiderare la verità assoluta. Quella profonda, quella che ci possa permettere di non nasconderci davanti alle persone, di superare le convenzioni sociali e le
maschere che indossiamo ogni giorno, per incontrarci davvero.
Ma dove si trova questa verità? E come si fa a dirla?
Perché evitare le menzogne non basta, e di questo abbiamo evidenza ogni giorno, da quando l’esplosione dei mass media ci ha dimostrato come si possa nascondere la verità anche seppellendola sotto un eccesso di informazioni corrette.
No, purtroppo non è così semplice. È una ricerca lenta e faticosa. Una battaglia sia interiore che civile. Un bisogno umano.

Centopercento Teatro
L’associazione culturale Centopercento Teatro nasce nel 2009 dall’incontro del precedente gruppo teatrale Centopercento e un gruppo di professionisti del teatro provenienti da
diverse esperienze in questo ambito e con differenti qualifiche (teatro ragazzi, teatro danza, teatro di ricerca, animazione, teatro di strada) che condividono i medesimi interessi ed
obiettivi. Centopercento, già da diverso tempo, lavora sul territorio bresciano producendo spettacoli di vario genere.
Negli ultimi anni Centopercento Teatro ha visto consolidare la propria anima circense: tessuti aerei, cerchio, trapezio e giocoleria caratterizzano l’attività della compagnia,
rendendo l’Associazione, in tale ambito, un punto di riferimento sul territorio bresciano, sia a livello formativo che produttivo. Questa crescita ha reso necessario, durante la stagione
2017/18, la creazione di Centopercento Lab A.S.D., una vera e propria costola dell’Associazione Culturale, all’interno della quale convogliare le energie e il lavoro dell’anima circense della compagnia. Parallelamente a questa crescita, sul versante teatrale l’attenzione produttiva si è spostata soprattutto sul teatro ragazzi, con produzioni di particolare successo, tra cui Cuoca Primavera, che nel maggio 2016 sbarca a New York in occasione del Festival InScena.

La rassegna CONTROVENTO che si propone di indirizzare l’attenzione del pubblico nei confronti della drammaturgia e della danza contemporanea intesa non solo come nuovi testi, ma anche come nuovi interpreti e nuove modalità espressive tutte rigorosamente al di sotto dei 35 anni di età. L’intenzione è quella di stimolare un’attenzione particolare da parte delle giovani generazioni e di meglio articolare, completandola, la proposta teatrale del COMPLESSO PALAPARTENOPE. Una programmazione di spettacoli che recepisce il pullulare di creatività, di proposte, di movimenti, di fermenti intellettuali, di prosa, di musica, di danza e di tutto ciò che il mondo teatrale nazionale è portatore. La creazione di una rete regionale e nazionale che, promuove un’azione di sostegno per i giovani talenti italiani.

biglietto intero €8
biglietto ridotto €5 studenti, under 30 e over 65

POSTI DISPONIBILI: 200